Comitato di Valutazione


 

  • Dirigente Scolastica dr.ssa Carla Cozzi, con funzioni di Presidente 

  • Docenti:

            – prof.ssa Tiziana Cominotto (designata dal Collegio dei docenti)

            – prof.ssa Paola Spagnul (designata dal Collegio dei docenti)

            – prof. Ireneo Filip (designato dal Consiglio d’Istituto)

  • Studente: sig. Francesco Candusso

  • Genitore: sig. Andrea Buttazzoni

  • Componente esterno  *** (in attesa di designazione da parte dell’USR)

___________________________________________________________________

Il nuovo articolo art.11 del D.Lgs. 297 del 1994, così come novellato dal comma 129 della legge 13 luglio 2015, n. 107 stabilisce che il Comitato è istituito presso ogni istituzione scolastica ed educativa, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica; nessun compenso previsto per i membri; durerà in carica tre anni scolastici; sarà presieduto dal dirigente scolastico; i componenti dell’organo saranno: tre docenti dell’istituzione scolastica, di cui due scelti dal collegio dei docenti e uno dal consiglio di istituto; a questi ultimi si aggiungono due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti e un rappresentante dei genitori, per il secondo ciclo di istruzione, scelti dal consiglio di istituto; un componente esterno individuato dall’ufficio scolastico regionale tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici.

I compiti del Comitato sono i seguenti:

  • individua i criteri per la valorizzazione dei docenti i quali dovranno essere desunti sulla base di quanto indicato nelle lettere a),b),e c) dell’art.11 del D.Lgs. 297 del 1994 novellato dal comma 129 della legge 13 luglio 2015, n. 107;

  • esprime il proprio parere sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente ed educativo. Per lo svolgimento di tale compito l’organo è composto dal dirigente scolastico, che lo presiede, dai docenti previsti nel comma 2 dell’art.11 del D.Lgs. 297 del 1994, novellato dal comma 129 della legge 13 luglio 2015, n. 107, e si integra con la partecipazione del docente cui sono affidate le funzioni di tutor il quale dovrà presentare un’istruttoria;

  • valuta il servizio di cui all’art. 448 del D.Lgs. 297 del 1994 (Valutazione del servizio del personale docente) su richiesta dell’interessato, previa relazione del dirigente scolastico, ed esercita le competenze per la riabilitazione del personale docente, di cui all’art.5 01 del D.Lgs. 297 del 1994 (Riabilitazione). Per queste due fattispecie il comitato opera con la presenza dei genitori e degli studenti, salvo che la valutazione del docente riguardi un membro del comitato che verrà sostituito dal consiglio di istituto.

Ai sensi del comma 127 della legge 13 luglio 2015, n. 107, il Dirigente scolastico, sulla base dei criteri individuati dal “Comitato per la valutazione dei docenti”, assegna annualmente al personale docente una somma del fondo per la valorizzazione del merito di cui al comma 126 della legge 13 luglio 2015, n. 107,sulla base di motivata valutazione. Tale somma, definita bonus, è destinata a valorizzare il merito del personale docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e ha natura di retribuzione accessoria.

Come indicato nel nuovo comma 2 lett. a) dell’art.11 del D.Lgs. 297 del 1994 novellato dal comma 129 della legge 13 luglio 2015, n. 107, i membri del Comitato non sono più eletti come in passato, ma “scelti”, rispettivamente dal collegio dei docenti e dal consiglio di istituto.